strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Il pork chop affettato…

Lascia un commento

Un rapido post per cercare di esprimere l’inesprimibile (molto zen, eh?)

Maria Grazia ha fatto un post sul mio precedente post, ed io faccio questo post sul suo post perché nel suo post…

OK, rifacciamolo.
Maria Grazia ha commentato la mia etichetta “pork chop express”, presentandola come segue alle masse ottenebrate

post “cotti e mangiati” (si direbbe da queste parti), più “dialogici” rispetto alla media e buttati giù senza rielaborarli troppo. Quelli che vanno al cuore del problema senza tanti fronzoli, insomma.

Che è veramente bello, anche se nella definizione va perduto un elemento importante.

Consideriamo l’origine del tag…

Qui è Jack Burton, del pork-chop express, che parla a chiunque sia in ascolto. Come dicevo sempre alla mia ultima moglie, io mi rifiuto di guidare più veloce di quanto possa vedere, e a parte questo è solo una questione di riflessi.
I consigli del vecchio Pork-Chop Express sono preziosi, specialmente nelle serate buie e tempestose, quando qualche maniaco alto due metri e mezzo con l’occhio sanguigno vi artiglia il collo e vi pianta l’unica testa che avete contro la parete di un bar chiedendovi se avete pagato il conto…
Voi fissate a vostra volta il primitivo negli occhi e ricordatevi quello che il vecchio Jack dice sempre in casi come questi.
Domanda: “Jack hai pagato il conto?”.
“Si ti ho spedito l’assegno per posta”.
Ragazzi con questo non voglio dire che sono un uomo di mondo e che la vita per me non ha più segreti, anzi, sono convinto che il nostro pianeta ci riservi ancora molte sorprese e che bisogna essere dei deficienti per credere che in questo universo siamo soli.

Ecco, i miei pork chop express sono così.
Un camionista che parla a ruota libera di quel che gli pare, dalle tecniche di sopravvivenza ai grandi misteri dell’universo.
Atteggiandosi come quello che la sa lunga, ma lasciandosi un margine di manovra piuttosto ampio.

In un certo senso, sì, i post taggati pork chop express sono quelli che più si avvicinano alla metafora del blog come radio.

Una buona alternativa a “pork chop express” potrebbe essere, tutto cosiderato, “All right you primitive screwheads, listen up!”
Ma come tag sarebbe un po’ lunghino.

Ed ora, torniamo al normale servizio…

I consigli del vecchio Pork Chop Express sono preziosi, specialmente nelle serate buie e tempestose, quando i fulmini lampeggiano, i tuoni rimbombano e la pioggia viene giu’ in goccie pesanti come piombo.
Basta che vi ricordiate cosa fa il vecchio Jack Burton, quando dal cielo arrivano frecce sotto forma di pioggia e i tuoni fanno tremare i pilastri del cielo.
Sì, il vecchio Jack Burton guarda il ciclone scatenato proprio nell’occhio e dice:
“Mena il tuo colpo più duro, amico. Non mi fai paura”

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.