strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti

Benvenuti a El Rey

1 Commento

DeadlandsLa prima avventura extra per Messico & Nuvole è praticamente pronta.
Viaggia sulle 4000 parole, e si intitola (finché non decidiamo di cambiare titolo) La Leggenda di El Sombra.

È stata descritta sinteticamente come “i Magnifici Sette contro Zorro”, ma è un po’ più complicata di così.
Ci sono sparatorie, investigazioni, un pizzico d’orrore, e si chiude con un bel

… ma questa è un’altra storia.

L’avventura si svolge a El Rey, una ridente cittadina affacciata sul Grande Labirinto.
Certo, la risata di El Rey è come il digrignare dei denti di un teschio, ma che volete farci, questo è il Weird West, dopotutto.

Ora, non vi racconterò com’è lo scenario (ovviamente) né vi fornitrò dettagli sull’ambientazione.
E tuttavia, per chi frequenta un certo cinema, El Rey è qualcosa di familiare.
El Rey è il posto dove fuggono “Doc” McCoy e sua moglie in Getaway!, il film di Sam Peckinpah basato sul romanzo di Jim Thompson.
Ma venne riciclata anche da Quentin tarantino – i fratelli Gecko, in Dal Tramonto all’Alba, stanno andando a El Rey.
El Rey è il posto dove i criminali vanno a nascondersi, una città invisibile e senza legge, dove coi soldi ricavati dalle proprie attività illegali è possibile comprarsi la felicità.
O una imitazione della medesima.

In Messico & Nuvole, El Rey è uno degli elementi lasciati quanto più aperti possibile, affinché il master possa farli propri, ed usarli come preferisce.

La mia immagine mentale di El Rey è basata sul romanzo di Thompson, sulle suggestioni del film di Peckinpah, su un vecchio episodio di The Wild Wild West, su certi stralci di Pirates of the Spanish Main relativi a Tortuga, e su una vecchia canzone degli Steely Dan.

Down at the Lido they welcome you
With sausage and beer
Klaus and The Rooster have been there too
But lately he spends his time here

Hangin’ with the Mayor and all his friends
And nobody cares
Where the sailor shuts out the sunrise
Blacked out on the stairs

El Rey è del master e per il master.
Ma ora c’è anche una bella avventura ambientata in quella città maledetta.
E un possibile gancio per future campagne.

Autore: Davide Mana

Paleontologist. By day, researcher, teacher and ecological statistics guru. By night, pulp fantasy author-publisher, translator and blogger. In the spare time, Orientalist Anonymous, guerilla cook.

One thought on “Benvenuti a El Rey

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...