strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


11 commenti

Stranimondi 2017 – dopo

Ieri un amico mi ha chiesto “Ma vale la pena andare a Stranimondi?”
Lui è di Bari e non è che sia proprio una passeggiata, spostarsi a Milano per due giorni, per cui la considero una domanda più che lecita.
Sono 900 chilometri ad andare e 900 a tornare sull’Adriatica, oppure circa 120 euro di aereo, più tutte le spese accessorie.
E cosa gli posso rispondere?

22449589_1584114938315720_8879558077286286660_n

Immagino che per il mio editore, e per tutti gli altri editori, ne sia valsa la pena.
Lo stand Acheron è stato preso d’assedio, Zappa & Spada, fresco di stampa, ha venduto a carrettate.
Ne è valsa la pena?
Sì, ne è valsa la pena. Di questo non ho dubbio. Continua a leggere

Annunci


15 commenti

Echi sottomarini

Echo sarà pronto, spero, per la prima settimana di Novembre.
Voi tornate da Lucca Comics & Games, e vi beccate la storia extra del progetto crowdfunding.
Bello liscio.

E potrei dirvi che Echo è una storia di fantascienza hard, ma non solo – è anche una metafora del rapporto fra l’uomo e l’ambiente, ed una profonda meditazione sul significato della conoscenzae sulla natura della realtà1.

Solo che io questo tipo di discorsi lo trovo mortalmente noioso.
È come se in piccolo, in una nota a pié pagina, ci fosse scritto

Vedi? Non ti devi vergognare a leggere queste porcherie…

Ma io non mi vergogno, e non me ne sono mai vergognato – e troverei paradossale se, dopo tutti questi anni, dopo la scuola, la famiglia, l’università, i bulli ai giardinetti e le fidanzate, fossero proprio i fan della fantascienza a farmi prendere in uggia il genere. Continua a leggere


Lascia un commento

Hope & Glory: Above the Clouds

Selection_810E dopo la copertina, il libro…

La Principessa Himiko è una piccola aeronave appartenente alla Repubblica di Iezo, impegnata nella sua crociera inaugurale.
Ma ciò che gli uomini e le donne della Himiko stanno per scoprire nascosto fra le nubi tempestose sopra il caucaso cambierà per sempre il mondo.

Una storia di esplorazione e scienza impazzita nel mondo di Hope & Glory.

Continua a leggere


8 commenti

The Osiris Child

La prima cosa che mi è tornata in mente, arrivato in fondo a The Osiris Child, pellicola australiana del 2016, è stata Pitch Black, il film del 2000 con Vin Diesel – buona space opera, fatta con pochi soldi e tanta inventiva, e con un cast di attori tanto validi quanto sconosciuti.
Una storia semplice ma che acchiappa, e bell’e pronta per un sequel o due.

The-Osiris-Child-Poster

Di cosa stiamo parlando…
Per colonizzare e terraformare i pianeti sui quali l’umanità si sta espandendo, vengono usati i criminali, deportati a forza e costretti a vivere in condizioni orribili.
Su Osiris però le cose sono ancora più complicate: l’azienda che gestisce gli impianti carcerari sta facendo esperimenti sui prigionieri, per sviluppare una bioarma progettata per “assimilare o sterminare” eventuali alieni ostili sui quali l’umanità in espansione potrebbe inciampare.
È illegale, naturalmente, ma l’azienda e i suoi dirigenti non se ne preoccupano.
Poi una rivolta in un carcere, la fuga delle bestie sperimentali, e la decisione dell’azienda di sterilizzare il pianeta facendo collassare ed esplodere una centrale termonucleare, in modo da far sparire ogni prova. Continua a leggere


2 commenti

La morte della razionalità epistemica

Bel titolo, eh?
Sì, lo so, già vi vedo, ecco, dite, ora che hai superato il milione e mezzo di visite, ti metti a fare l’intellettuale coi titoli difficili.
Ma non è così, ed è abbastanza facile, come faccenda.

La razionalità epistemica, credo di averne già parlato, è quella parte della razionalità che si occupa di determinare il più accuratamente possibile cosa sia la realtà.
È un metodo, in altre parole, per adeguare progressivamente ciò che crediamo essere vero sulla base di ciò che sappiamo essere vero.

Facciamo un esempio pratico.
Quello qui sotto è Titano, una luna di Saturno.

Feature-Image-Titan

Mi piace Titano – con Europa è uno dei due posti nel sistema solare dove io sono convinto che possa esistere la vita oltre la Terra.

Ora, supponiamo che io mi imbatta su facebook su una notizia, diffusa diciamo da un gruppo di fan di Carl Sagan, che dice più o meno

C’è vita su Titano!

e sotto continua

Secondo gli scienziati, esistono prove della presenza di forme di vita vegetali sulla luna di Saturno.

È molto probabile che io condivida la notizia prima di leggerla.
I fan di Carl Sagan sono normalmente persone mediamente affidabili, e poi la notizia mi piace, è in linea con una mia convinzione, mi acchiappa.
La spalmo in bacheca.

Poi però lo leggo – proprio perché è una notizia che mi interessa, su un argomento che mi affascina.
E qui cominciano le note dolenti. Continua a leggere


8 commenti

Insieme ai fulmini

kukriDavid Drake è un autore che ho sempre apprezzato, fin dai tempi degli Hammer’s Slammers.
Drake, che si è laureato in storia e ha interrotto gli studi di legge per servire in Vietnam, è uno dei pilastri della fantascienza militare, ma ha nel suo catalogo sterminato anche dell’orrore lovecraftiano (categoria in cui ha esordito, per i tipi di Arkham House), dell’eccellente fantasy, e dell’ottima space opera.
Alla voce space opera, in particolare, si trova la serie di Leary & Mundy, attualmente al suo undicesimo volume. Il primo dei quali, With the Lightnings è permanentemente disponibile gratis, e DRM-free, su Amazon, grazie alla politica digitale della Baen Books1, e potrebbe piacervi come lettura per il Ferragosto.

Di cosa stiamo parlando… Continua a leggere


6 commenti

Il Gambetto della Volpe

Ne avevo parlato un paio di settimane addietro, di Ninefox Gambit, primo volume della trilogia Machineries of Empire di Yoon Ha Lee, e si era detto che ne avremmo poi parlato estesamente.
Parliamone.

ninefox-gambit-yoon-ha-lee-e1465925982475

La trama in breve (più o meno): in un futuro remoto l’umanità è divisa in sei clan che fanno capo all’Esarchia. Il funzionamento dell’impero richiede una stretta aderenza a codici e rituali (il Calendario), che hanno in qualche modo una relazione con una realtà consensuale.
Periodicamente emergono fazioni “eretiche”, che implementando un diverso tipo di calendario cercano di alterare localmente non solo la struttura della società, ma anche quella della realtà.
Le eresie vengono represse senza pietà.
Nel momento in cui una nuova fazione eretica prende il controllo della Fortezza degli Aghi Dispersi, un nodo strategico essenziale, la repressione viene affidata a Kel Cheris, capitano di fanteria, che ha l’ingrato compito di fare da “ancora” a Shuohs Jedao, un generale che non ha mai perso una battaglia in vita sua. Continua a leggere