strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


Lascia un commento

Paura & Delirio: Vampire Hunter D – Bloodlust (2000)

Uno degli aspetti più divertenti,per quel che mi riguarda, del fare Paura & Delirio, è la possibilità di scoprire film che non ho mai visto, e dipoterne discutere con una controparte intelligente e informata come Lucia Patrizi – che di solito questi film li ha visti almeno un paio di volte, e li conosce bene. Ma questa volta abbiamo capovolto la situazione – e Lucia ha accettato di dare un’occhiata a un film che non aveva mai visto, e che a me da qualche tempo capita di riguardare una volta l’anno. Il risultato è stato – per quel che mi riguarda – uno degli episodi più divertenti di questo primo anno di attività del podcast.

E così, per il quarantanovesimo episodio di Paura & Delirio, diamo un’occhiata al nostro primo cartone animato, con il film di Yoshiaki Kawajiri Vampire Hunter D: Bloodlust, uscito nel 2000 e basato sulla fortunata serie di omonimi romanzi (o light novels, se preferite) di Hideyuki Kikuchi.

Un film splendido e intelligente, che ci offrirà l’occasione per parlare anche del film del 1985 tratto da un altro romanzo della serie, e poi di zombie e mutanti, di worldbuilding e scrittura, di vampiri romantici ma non romanticizzati, di Twilight e di Sergio Leone, di Ken il Guerriero e di Clive Barker, di sesso e tentacoli.
Il tutto, ovviamente, facendo S P O I L E R.

E prima di tutto, la Posta del Cuore di Paura & Delirio.


1 Commento

Paura & Delirio: Essi Vivono (1988)

Puntata speciale per Paura & Delirio, questa settimana, per parlare di Essi Vivono, il film del 1988 di John Carpenter. Un assalto frontale alla perversione del sogno americano ed all’illusione velenosa dei “Reaganomics”, dopo un inizio strabiliante, il film scomparve completamente dalle classifiche cinematografiche, trasformandosi da un trionfo in un flop nel giro di una notte.

A trentatré anni di distanza, Essi Vivono è diventato un film di culto, ed è oggi più che mai attuale.
Ci siamo perciò trovati negli studi virtuali di Paura & Delirio col nostro amico Germano, ormai nostro referente carpenteriano fisso. per discutere se sia vero che essi vivono, noi dormiamo.
Ci saranno SPOILER.


13 commenti

Visioni di Harlan

È uscito un nuovo libro di Harlan Ellison.
E voi qui dovreste dirmi, Dave, sono tre anni che Harlan ha tirato le cuoia, ed all’Inferno stanno ancora piangendo per come li sta tormentando, mentre in Paradiso si danno gran pacche sulle spalle, perché per il momento nessuno si è accorto di come hanno contraffatto i documenti, e prima che Harlan gli faccia causa e trascini il culo di tutti i cherubini ed i serafini in tribunale e li sprema fino all’osso, avranno il tempo per adeguarsi ai suoi standard di qualità.
E quindi come ha fatto, Harlan Ellison a far uscire un nuovo libro, impegnato com’è in questo momento?
Devi aver preso un abbaglio, sai, non sei più giovane, certe cose capitano.
Questo dovreste dirmi.

Continua a leggere


2 commenti

Paura & Delirio: School’s Out Forever (2021)

Abbiamo avuto dei problemi tecnici, e questa settimana andiamo online con un giorno di ritardo rispetto al nostro solito. Niente di troppo grave, e questa settimana ci sono un sacco di cose di cui parlare.
Tanto per cominciare, abbiamo raggiunto e superato la quota 10.000 ascolti, fra Mixcloud e le diverse piattaforme streaming sulle quali distribuiamo il nostro podcast.
È un risultato che ci ha sorpresi: il nostro è un podcast fatto con nulla, e che parla di quello che viene considerato un argomento di nicchia. I nostri episodi sono “troppo lunghi” per lo standard dei podcast italiani (che risentono del formato veloce di Youtube), parliamo spesso di film che pochi conoscono, le nostre opinioni talvolta non si conformano alle posaizioni generalmente diffuse.
Eppure, 10.000 download.
Per cui delle due una: o stiamo, nonostante tutto, facendo qualcosa di giusto, oppure siete davvero disperati.
Ma comunque, grazie.

E nel nostro episodio ritardatario – che è stato necessario registrare due volte – rispondiamo a due domande arrivate alla nostra rubrica della Posta del Cuore, ed arriviamo addirittura ad ipotizzare un futuro Paura & Delirio Book Club, qualora là fuori ci fosse l’interesse.

E parlando di libri, il film di cui chiacchieriamo in questo episodio è tratto da una serie di libri – inediti in Italia – ed è in effetti inedito in Italia anche lui.
School’s Out Forever, piccolo (ma impressionante) film pandemico prodotto dalla Rebellion/Abaddon, ed opera di esordio del regista Oliver Milburn, popolato di un cast di giovanissimi, racconta la storia di un gruppo di ragazzini in una scuola privata inglese che, sopravvissuti a un birus che ha spazzato via una buona parte della popolazione, devono vedersela con un mondo per il quale non sono preparati.
Scopriranno che anche gli adulti non sono preparati.

Strada facendo, chiacchiereremo di apocalissi americane ed europee, di cosa sia o non sia la teen comedy, di responsabilità e paura, di autorevolezza ed autoritarismo. Parleremo anche di Judge Dredd e Rogue Trooper, fra le altre cose. Faremo un po’ di propaganda maoista, come può accadere, e naturalmente faremo S P O I L E R.

Vi auguriamo un buon ascolto, e grazie ancora per la preferenza accordataci.


2 commenti

Ocean of Storms su Land Beyond the World Magazine

Sono felice di diffondere la notizia che una mia stroria di fantascienza (abbastanza hard) intitolata Ocean of Storms, è stata pubblicata sul numero di marzo della rivista online Land Beyond the World, e la si può leggere online, gratuitamente.
Se vi va buttateci un occhio, e prendete magari in considerazione l’idea di abbonarvi alla rivista.
Buona lettura!


3 commenti

Women in Horror Month: tre saggi

Si era detto, è il mese dedicato alle donne nella storia dell’orrore, e allora parliamo di qualche buon libro sull’argomento. Abbiamo cominciato con una bella raccolta di racconti, spostiamoci altrove per parlare di tre saggi. Trovo sempre sconfortante il fatto che tanti appassionati di genere non leggano saggistica dedicata al genere, a parte magari qualche discutibile manuale di scrittura.
Vediamo allora di ovviare a questa mancanza.

Continua a leggere