strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


4 commenti

AMARNA, la Figlia dei Faraoni e Cthulhu in salsa pulp

the-future-of-HRQuelli in gamba, di tanto in tanto, sul loro blog, fanno un post in cui illustrano i progetti futuri e le prossime uscite. Questi post funzionano perché servono a mettere sull’avviso i fan, e perchè ci obbligano a portare a termine i progetti che abbiamo promesso di mettere in cantiere.
È un po’ un modo per obbligare noi stessi a scrivere, e a mantenere le tabelle di marcia.
Ora, a mio parere premiarmi con un pezzetto di cioccolato funziona altrettanto bene,  se non meglio, ma al momento ho finito il cioccolato, quindi credo vi racconterò cosa ho in preparazione e come si svilupperà.
Visto mai che interessi a qualcuno. Continua a leggere

Annunci


1 Commento

Pianeti Fantasma

La mia squadra (con la quale da qualche tempo ormai gioco online) mi ha chiesto di giocare a qualcosa di

A . Fantascientifico
B . Investigativo

198258E io avevo qui questa pila di supplementi per FATE di cui vi avevo parlato a suo tempo, per cui credo che stanotte proveremo Ghost Planets, adattato però a FATE Accelerated, che credo si adatti bene al nostro stile di gioco e alle necessità del gioco online.

Di cosa si tratta?
Di una piccola ambientazione hard SF, interamente costruita sul Paradosso di Fermi.

Se l’Universo e la nostra galassia pullulano di civiltà sviluppate, dove sono tutti quanti?

Continua a leggere


12 commenti

Mondi per giocare

Vediamo…

. Un universo solcato da velieri, a metà strada fra Spelljammer e Il Pianeta del Tesoro
. Una space opera classica che cita Asimov, Zelazny, Herbert e Gene Wolfe
. Un dramma carcerario ambientato in un mondo in cui nel 1951 la Russia a usato le atomiche
. Un western sovrannaturale “immaginato da Wes Craven, non da Clint Eastwood”
. Un’avventura hi-tech fra i coloni della nuova frontiera sottomarina
. Un noir ambientato nell’antica Roma
. Una space opera sovrannaturale in cui i coloni su un lontano pianeta devono vederselòa col mondo degli spiriti
. Una corsa contro il tempo per scongiurare l’estinzione di una civiltà
. Un mondo appena nato nel quale giovani dei si danno battaglia
. Un complicato gioco diplomatico fra umani e popolo fatato per fermare una crisi ambientale
. La lotta politica in una quasi-Bisanzio, nella quale il potere è in mano ai cantastorie
. Un’invasione aliena in un mondo medievale
. Una compagnia di mercenari pagata per chiudere le faccende rimaste in sospeso alla fine di ogni favola
. Un planetary romance con una certa voglia di He-Man…
. Un mondo in cui il corpo dei Becchini tiene sotto controllo le orde degli zombie
. Un noir ambientato in una Los Angeles nella quale la magia funziona
. Pionieri nel mondo dei sogni, fra Lewis Carrol, Roger Zelazny e Ursula LeGuin
. Una scuola per giovani psionici
. L’Unione Sovietica ha colonizzato Marte facendone un’utopia socialista
. Amore e avventura in una Belle Epoque fatta di aerei e aeronavi
. 1850: i velieri delle Grandi Potenze europee si sfidano nella corsa ai pianeti del sistema solare
. Eroi dei videogiochi difendono il loro mondo virtuale dall’avanzata dell’entropia
. Una cospirazione di psionici contro un’invasione aliena strisciante
. Orrore rurale nella Bible Belt americana
. Un esercito di gatti protegge gli esseri umani dal sovrannaturale
. I Tre Moschettieri nello spazio come Buck Rogers
. Il ciclo arturiano come lotta fra famiglie mafiose
. Un reality show sulla cucina con concorrenti da ogni angolo della galassia, a Douglas Adams alla regia.
Continua a leggere


4 commenti

La memoria dell’elefante

170px-Copyright.svgAllora, proviamo qualcosa di differente.
È tutto in inglese, mi dispiace, ma usando Google Translate dovreste riuscire a farcela anche se l’inglese non è la vostra lingua preferita.

Il giochino funziona così.
Questo è un articolo sul copyright, uscito su WIRED (quello vero) nel 2012.
Riguarda la decisione della Corte Suprema degli Statio Uniti di rendere possibile il re-copyright di prodotti dell’ingegno umano già decaduti nel dominio pubblico.

E poi questo, preso dal sito della Baen Books:  è una storia intitolata Melancholy Elephants (Elefanti Malinconici quando uscì in Italia).
Una storia di Spider Robinson che venne pubblicata nel 1982 – trent’anni prima della decisione citata nell’articolo qui sopra. Vinse anche il Premio Hugo nel 1983.

Provate a dare un’occhiata e a scovare le differenze, come sulla Settimana Enigmistica.
Seguirà dibattito?
Forse.


14 commenti

Libri dell’orrore, una personale top 10

2c5646f13d67a0089b4472c403f52c8eSono in ritardo, ma mi era stato chiesto, per il piano bar del fantastico, un pezzo sui miei romanzi horror preferiti.
Lo faccio ora, quando ormai Halloween è passata, e voi tanto ve ne state tutti a Lucca e questo post non lo leggerà nessuno.

E comincio con una premessa… la richiesta era accompagnata da una nota che diceva

sarà interessante leggere cosa ti ha fatto ca***e addosso!

E qui ho subito un problema.
Non ci sono libri che mi abbiano tolto il sonno o che mi abbiano causato spaventi particolari.
Non libri dell’orrore, o di fantascienza, o fantasy.
Forse perché, io credo, la mediazione della parola scritta permette – a me, per lo meno – un certo tipo di distanza. OK la sospensione dell’incredulità, OK il coinvolgimento, ma la paura no.
La tensione, a volte.
Ma la paura? Continua a leggere


11 commenti

Stranimondi 2017 – dopo

Ieri un amico mi ha chiesto “Ma vale la pena andare a Stranimondi?”
Lui è di Bari e non è che sia proprio una passeggiata, spostarsi a Milano per due giorni, per cui la considero una domanda più che lecita.
Sono 900 chilometri ad andare e 900 a tornare sull’Adriatica, oppure circa 120 euro di aereo, più tutte le spese accessorie.
E cosa gli posso rispondere?

22449589_1584114938315720_8879558077286286660_n

Immagino che per il mio editore, e per tutti gli altri editori, ne sia valsa la pena.
Lo stand Acheron è stato preso d’assedio, Zappa & Spada, fresco di stampa, ha venduto a carrettate.
Ne è valsa la pena?
Sì, ne è valsa la pena. Di questo non ho dubbio. Continua a leggere