strategie evolutive

ciò che non ci uccide ci lascia storpi e sanguinanti


5 commenti

I figli del corvo

Mentre scrivo questo post, tutti i miei sostenitori su Patreon hanno già ricevuto un’edizione speciale della mia nuova novella science-fantasy Sons of the Crow. Una versione standard sarà disponibile in inglese su Amazon alla fine del mese, ma i miei sostenitori lo otterranno gratis, con dieci pagine di extra.
Perché è bello essere miei sostenitori su Patreon.

Continua a leggere


4 commenti

Copiare

C’è un interessante strascico della faccenda di Cristiane Serruya della quale si parlava qualche giorno addietro. La questione non si è fermata, continuano a venir fuori romanzi plagiati (non solo dalla Serruya) e ci sono autrici che hanno scoperto fino a cinque o sei dei loro libri saccheggiati per fornire contenuti ai bestseller di qualcun altro. Tre pagine qua, un capitolo là.

Ed è qui che è venuta fuori una cosa interessante e agghiacciante e profondamente ridicola al contempo. Esiste infatti una scuola di pensiero – non una scuola di scrittura vera e propria, diciamo una pratica apparentemente piuttosto diffusa, che circola attraverso il passaparola – che fa più o meno così:

Continua a leggere


5 commenti

Scrittori e Personaggi

Cominciamo con un paio di link. Qualche giorno addietro, il mio vicino di cella Alessandro Girola ha pubblicato un post intitolato Lo Scrittore: Internet vs Realtà, in cui discuteva di un po’ di luoghi comuni che circolano sul rutilante mondo della scrittura e che vengono attivamente propagandati da una certa parte della comunità degli scrittori. Il pezzo di Alex è stato abbastanza discusso durante l’ora d’aria qui nel Blocco C, e di là nel braccio femminile, Kara Lafayette ha detto la sua, spostandosi sui problemi di un genere ben definito, ed esplorando una diversa faccia del problema, in un post intitolato Il ghetto degli autori horror. Ne è venuta fuori un’altra bella tornata di discussioni mentre eravamo in fila in mensa, o fuor di metafora su De Ebook Mysteriis.

Perciò io ora faccio un Pork Chop Express, e vi racconto la storia di Cristiane Serruya.

Continua a leggere


4 commenti

Scrivere per guadagnarsi da vivere

Ho appena iniziato una nuova serie sulla mia pagina di Patreon, a proposito degli aspetti pratici (e personali) della scrittura, quando scrivere non è il tuo strumento per rimorchiare, ma è ciò che paga le bollette e ci tiene a galla. Niente di stravagante, solo una serie di post su come risolvo determinati problemi, su come affronto determinati aspetti del lavoro.
La serie si chiamerà: Nuts & Bolts – Scrivere per guadagnarsi da vivere.

Inizierò con un post di 1000/1500 parole al mese, per tutti quelli che mi supportano con 1 $ o più. Poi vedremo se la cosa cresce.
Questi post appariranno esclusivamente sulla mia pagina Patreon, sia in inglese che in italiano. Perché è bello essere miei sostenitori Patron (o almeno così dicono).
Vediamo cosa succede.


2 commenti

Come il surf

Questo post nasce da una chiacchierata fatta nel pomeriggio col mio amico Alex Girola. Si discuteva del mio attuale progetto (che non è un progetto) e di come si affronti la scrittura di una storia lunga, di quanto si pianifichi, di come si proceda.
Ora, a suo tempo mi è stato fatto notare che quelli che scrivono scrivono, non parlano di scrittura, aparlare di scrittura sono i dilettanti., ma chissà che ciò che è venuto fuori dalla nostra chiacchierata non possa interessare qualcuno.

Continua a leggere


10 commenti

Buoni propositi per il 2019

Buoni propositi per l’anno che viene, un post classico che, mi dicono, non può mancare sul blog del blogger che non deve chiedere mai. Non che sia facile: da anni, ormai, non posso permettermi di pianificare con più di due settimane di anticipo, ed è un continuo ottovolante. Ma fin qui è andata, no?

C’è qualcosa che davvero davvero voglio per l’anno che viene, al di là delle basi – pagare i conti, essere in buona salute, vivere bene?
Scrivere di più, scrivere meglio.
Allargare il mio pubblico.
Avere più supporter su Patreon.

Nel 2018 ho autopubblicato 31 ebook, 15 dei quali sotto pseudonimo – questo senza contare le storie che hanno ricevuto in esclusiva i miei supporter su Patreon.
Ho anche piazzato una dozzina di articoli in giro per riviste diverse, e lavorato a parecchie traduzioni. Ho venduto un paio di storie, ed ora siamo in attesa che vengano pubblicate.
Ho piazzato uno spin-off di Aculeo & Amunet su Occult Detective Quarterly.
E ho scritto un po’ di materiale per giochi di ruolo.
Bene, ma si può migliorare.
Si deve migliorare, se si vuole sopravvivere.

Continua a leggere


16 commenti

10 cose che ho imparato auto-pubblicando 101 ebook

Buscafusco: Fun & Games è il mio settantesimo ebook auto-pubblicato a mio nome, il mio 101esimo ebook auto-pubblicato in totale. È stata una corsa piuttosto lunga, e non vedo una fine della pista: mi sto pubblicare più cosetradizionalmente, ma sarò sempre un autore/editore, per una serie di ragioni di cui discuteremo forse un’altra volta.

In questo momento, ho pensato che mi piacerebbe fare uno di quei post con elenchi puntati che i miei guru personali dicono che sono perfetti per attirare le persone sul blog. Quindi eccoci: 10 COSE CHE HO IMPARATO AUTOPUBBLICANDO 101 EBOOK.
Più un bonus speciale per i lettori di strategie.

Continua a leggere


14 commenti

Una storia di scrivere

Riprendiamo i lavori dopo il Pinerole.
It’s a new dawn, come disse a suo tempo Grace Slick.
E potrei dilungarmi su quanto sia stato divertente incontrare i Selvaggi aPinerolo, e la partita a Hope & Glory, e lo yeti, e la minaccia dei misteriosi Unkara, e quanto è spettacolare la versione cartacea del mio gioco.
Ma ci sono cose che, se non più urgenti, sono per me più immediatamente interessanti.
Immagino abbiate sentito tutti di Catriona Lally.

image

Se non avete saputo, facciamo un breve riassunto e ci ragioniamo su. Continua a leggere